Tasi, rimessa ai comuni la scelta di applicare le sanzioni | Informazioni TuttoVisure.it Tasi, rimessa ai comuni la scelta di applicare le sanzioni - Informazioni TuttoVisure.it

Informazioni TuttoVisure.it

Notizie

 Breaking News

Tasi, rimessa ai comuni la scelta di applicare le sanzioni

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (1 Voti, media voti: 5,00 su 5)
Loading...

Tasi, rimessa ai comuni la scelta di applicare le sanzioni
giugno 25
09:41 2014

Per chi non ha pagato il nuovo tributo sui servizi indivisibili e l’Imu entro il 16 giugno saranno i comuni a decidere se applicare sanzioni ed interessi.

Tasi ed Imu, la parola ai comuni

Se l’articolo 10 dello statuto del contribuente conferma che, a fronte di “obiettive condizioni di incertezza” i soggetti chiamati al pagamento dei tributi sono tutelati da sanzioni ed interessi per il mancato versamento, sulla questione Tasi ed Imu a decidere saranno comunque i comuni. I quali, secondo il suggerimento del dipartimento delle finanze, potrebbero confermare il blocco delle penalità per chi ha omesso o ritardato il versamento fino al 16 luglio prossimo, o almeno non prima di 60 giorni dall’ultima novità normativa sul tributo. Ma le disposizioni in merito non vanno al di là di un invito da parte delle finanze. La parola spetterà in ogni caso ai comuni.

Scenari possibili

Se nelle delibere comunali è già stata decisa una data successiva al 16 giugno, magari posteriore allo stesso 16 luglio, l’ente avrebbe tutto di guadagnato nell’adottare la data suggerita dalle finanze. In tale situazione, infatti, se il contribuente non rispettasse la scadenza locale, il comune stesso avrebbe diritto di aprire il contenzioso e richiedere sanzioni ed interessi al ritardatario.
Il problema si pone invece laddove non sono state adottate proroghe al 16 giugno, perché anche se venisse deciso adesso di confermare lo stop delle penalità Tasi ed Imu fino al 16 luglio, in virtù dell’articolo dello statuto che lo tutela da sanzioni ed interessi in presenza di situazioni di incertezza il contribuente potrebbe spuntarla in caso di contenzioso con il comune.

Fonti Il Sole 24 Ore

About Author

Simona Di Michele

Simona Di Michele

Articolista esperta di web marketing, Simona ha collaborato per anni per testate cartacee e riviste online, ricoprendo anche ruoli di ufficio stampa per politici, artisti, associazioni culturali. La sua mission: continuare a scrivere per fare informazione sul web.

Related Articles

Iscriviti alla Newsletter:

Inserisci la tua email: