Aumento Imu e Tari 2019, la legge di bilancio approva i rincari | Informazioni TuttoVisure.it Aumento Imu e Tari 2019, la legge di bilancio approva i rincari - Informazioni TuttoVisure.it

Informazioni TuttoVisure.it

Notizie

 Breaking News

Aumento Imu e Tari 2019, la legge di bilancio approva i rincari

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (1 Voti, media voti: 5,00 su 5)
Loading...

Aumento Imu e Tari 2019, la legge di bilancio approva i rincari
maggio 06
13:34 2019

Imu, addizionali Irpef e Tari rischiano di aumentare nel 2019. La legge di bilancio concede il rincaro agli enti locali.

Imu e Tari 2019, rischio aumento

I sindaci di molte città italiane hanno chiesto lo sblocco delle aliquote relative ad Imu, Irpef e Tari. Il motivo è legato al fatto che, con il congelamento delle aliquote voluto da Renzi, la situazione rischiava di avvantaggiare i comuni che avevano già fissato aliquote più alte, a scapito degli altri. Con l’approvazione della legge di bilancio 2019, le lamentele degli enti locali sono state accolte. Ed ora, scaduto lo scorso 30 aprile il termine per i comuni di approvare i bilanci preventivi 2019, c’è il rischio che alcune città subiscano un rialzo delle tasse sugli immobili e sui rifiuti.

Aumento Tari ed Irpef, i numeri

Secondo quanto riportato dal Corriere della Sera, un’analisi del centro studi del sindacato Uil ha confermato che sono già 24 su 54 i capoluoghi che hanno aumentato la Tari. Forti rincari si sono registrati ad Imperia (+15.7%), Pisa (+8.9%), Trieste (+6.9%), Padova (+6.2%), Udine (+5.9%), Napoli (+3.1%), Genova (+0.8%) e Torino (+0.7%).
In merito alle addizionali Irpef, il rialzo è previsto in 250 comuni, pari al 10.6% di quelli che finora hanno deliberato (ovvero 2.352). Nei comuni che hanno rialzato le addizionali Irpef rientrano Avellino (da 0.7 a 0.8%) e Barletta (in rapporto agli scaglioni di reddito). Mantova e Rimini hanno abbandonato l’aliquota piatta (rispettivamente 0.4 e 0.3%) per le progressive fino allo 0.8%. Sia per la Tari che per le addizionali Irpef, Roma, Milano, Torino, Bari e Venezia sono tra quelle città che non hanno rialzato le aliquote.
Per quanto concerne l’Imu, sono 28 le amministrazioni locali che hanno detto sì all’aumento, tra cui 4 capoluoghi: Avellino, Torino, La Spezia e Pordenone. La tassa sulla casa risulta al momento la meno variata dai comuni.

Imu, come verificare la rendita catastale

Per capire a quanto può ammontare l’importo Imu da versare per la propria casa, è bene effettuare in prima battuta una visura catastale sull’immobile. Da qui, si può verificare la propria rendita catastale, che funge da valore di riferimento per calcolare l’Imu sulla casa.

About Author

Redazione

Redazione

Related Articles

Iscriviti alla Newsletter:

Inserisci la tua email: