Carichi Pendenti per uso estero, le procedure di validazione | Informazioni TuttoVisure.it Carichi Pendenti per uso estero, le procedure di validazione - Informazioni TuttoVisure.it

Informazioni TuttoVisure.it

Notizie

 Breaking News

Carichi Pendenti per uso estero, le procedure di validazione

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (2 Voti, media voti: 5,00 su 5)
Loading...

Carichi Pendenti per uso estero, le procedure di validazione
febbraio 26
12:27 2019

Per essere assunti all'estero, è necessario esibire il certificato dei Carichi Pendenti per uso estero. Ecco come validarlo fuori dall'Italia.

Carichi Pendenti per uso estero, cosa sono

Il certificato dei Carichi Pendenti per uso estero è un documento attestante le sentenze in corso di definizione nei confronti di un soggetto, e va esibito qualora la persona intenda essere assunta all’estero, o voglia richiedere il permesso di soggiorno. Il documento è identico ai Carichi Pendenti redatti per l’Italia, ma deve essere legalizzato/apostillato e all’occorrenza tradotto per essere valido all’estero.

Legalizzazione e traduzione, cosa sono

In base al paese presso cui bisogna esibire il certificato dei Carichi Pendenti, il documento dovrà essere validato con delle procedure specifiche, ovvero l’apposizione dell’apostilla o la legalizzazione estera, necessarie per autenticare la firma del funzionario firmatario del documento. Su richiesta sarà possibile anche effettuare la traduzione certificata del documento.
L’apostilla è l’annotazione ufficiale per i paesi aderenti alla convenzione dell’Aja del 5 ottobre 1961 per validare gli atti entro il territorio degli stati membri. L’apostilla non è necessaria per i documenti da esibire in Francia, Danimarca, Italia, Irlanda e Belgio, poiché si tratta di stati che rientrano nella convenzione di Bruxelles del 25 maggio 1987. La legalizzazione, invece, è la procedura di convalida all’estero di certificati redatti in Italia per i paesi che non aderiscono ne alla convenzione dell’Aja, ne alla convenzione di Bruxelles.
Il certificato dei Carichi Pendenti può essere inoltre tradotto con la relativa certificazione, per essere consegnato alle autorità estere.

Certificato Carichi Pendenti per uso estero, come richiederlo

La procedura di richiesta dei Carichi Pendenti per uso estero, con TuttoVisure.it, prevede l’invio della stessa modulistica cartacea necessaria per la richiesta online dei Carichi Pendenti e del Casellario Giudiziale. Ciò che cambia è la tempistica di rilascio a seconda che si richiedano l’apostilla, la legalizzazione e la traduzione certificata del documento. Tutte le informazioni inerenti tali tempistiche sono pubblicate sul sito, nella descrizione preacquisto del servizio.

About Author

Redazione

Redazione

Related Articles

Iscriviti alla Newsletter:

Inserisci la tua email: