Scadenze Tasi ed Imu 2015, come prepararsi al versamento di giugno | Informazioni TuttoVisure.it Scadenze Tasi ed Imu 2015, come prepararsi al versamento di giugno - Informazioni TuttoVisure.it

Informazioni TuttoVisure.it

Notizie

 Breaking News

Scadenze Tasi ed Imu 2015, come prepararsi al versamento di giugno

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (2 Voti, media voti: 5,00 su 5)
Loading...

Scadenze Tasi ed Imu 2015, come prepararsi al versamento di giugno
maggio 05
12:34 2015

A ridosso della scadenza di giugno per il pagamento delle tasse sulla casa, ecco cosa è necessario sapere su Tasi, Tari ed Imu 2015.

Chi deve pagare Tasi ed Imu 2015

Esenti dalla cosiddetta Imuimposta municipale unica – rimangono le prime case ad uso abitativo. Su queste, però, si paga la Tasi, ovvero la tassa sui servizi indivisibili. A versare il conto Tasi sarà sempre il proprietario, mentre all’eventuale inquilino spetterà il pagamento di una percentuale che può oscillare dal 10% al 30%, a discrezione del comune.

Scadenze Tasi ed Imu 2015

Il pagamento dell’Imu e della Tasi 2015, previsto in due rate, chiamerà alle casse i prossimi 16 giugno – sulla base delle aliquote deliberate dal proprio comune per l’anno scorso – e 16 dicembre. Quest’ultima tranche si baserà sulle aliquote di quest’anno, ma solo se le relative delibere comunali verranno pubblicate sul sito del ministero dell’economia e delle finanze entro e non oltre il 28 ottobre. Se così non dovesse essere, anche la seconda rata sarà calcolata a partire dalle aliquote deliberate per il 2014.

Aliquote Tasi ed Imu 2015

Le aliquote Imu e Tasi 2015 potranno variare da comune a comune da un minimo dell’1 per mille ad un massimo del 2.5 per mille, con la possibilità di uno 0.8 per mille aggiuntivo spalmabile sulle varie categorie di immobili.

Tari 2015, cosa c’è da sapere sulla tassa sui rifiuti

Per quanto riguarda la tassa sui rifiuti del 2015, ovvero la Tari, il versamento spetta agli occupanti degli immobili, siano essi proprietari o inquilini.
Per quest’anno, per la Tari, faranno fede le stesse delibere comunali varate entro il 30 novembre 2014. Se entro tale data la delibera non era ancora entrata in vigore, si applicheranno le normative dedicate alla vecchia Tares. Anche la tassa sui rifiuti potrà essere versata in due rate semestrali. L’importo, in questo caso, è già calcolato dal comune che provvederà ad inviare – o ha già inviato – i relativi F24 o bollettini postali.

Fonti Panorama

About Author

Simona Di Michele

Simona Di Michele

Articolista esperta di web marketing, Simona ha collaborato per anni per testate cartacee e riviste online, ricoprendo anche ruoli di ufficio stampa per politici, artisti, associazioni culturali. La sua mission: continuare a scrivere per fare informazione sul web.

Related Articles

Iscriviti alla Newsletter:

Inserisci la tua email: