Disoccupazione, nel 2013 persi 478mila posti di lavoro | Informazioni TuttoVisure.it Disoccupazione, nel 2013 persi 478mila posti di lavoro - Informazioni TuttoVisure.it

Informazioni TuttoVisure.it

Notizie

 Breaking News

Disoccupazione, nel 2013 persi 478mila posti di lavoro

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (1 Voti, media voti: 5,00 su 5)
Loading...

Disoccupazione, nel 2013 persi 478mila posti di lavoro
marzo 06
11:10 2014

Disoccupazione al 12.9% a gennaio scorso, per un record mai più toccato dal 1977. Da soli, gli under 25 rappresentano il 42.4% dei senza lavoro.

Il quadro nero dipinto dall’Istat

L’istituto di statistica, che ha diffuso i dati di gennaio 2014 e della media del 2013, ha parlato di 3 milioni e 293mila persone rimaste senza lavoro, per un totale di occupati in meno, dal 2008, pari a 984mila unità. I giovani del meridione sono il bersaglio più colpito, con la temibile percentuale del 42.4% di under 25 priva di occupazione. Quota che, lo scorso anno, è riuscita a raggiungere il vertiginoso picco del 51.6%, trasformatosi addirittura nel 53.7% tra le giovani donne meridionali.

Il confronto con l’Europa

Secondi solo alla Spagna (che detiene il 54.6% di disoccupati), in Europa siamo seguiti dalla Croazia, che a dicembre 2013 aveva toccato quota 49.8%, mentre la Grecia, a novembre 2013, ci aveva superato con un picco di disoccupazione giovanile pari al 59%. Il dato sconcertante, tuttavia, riguarda il fatto che, mentre a gennaio in Europa la disoccupazione rimaneva stabile al 12%, in Italia aumentava fino al 12.9%. Un’amara conferma della tendenza in negativo della crescita nostrana, destinata a rimanere tale anche nei mesi a venire.

La disoccupazione al microscopio

Nel 2013 si sono contati 478mila posti di lavoro persi. Le vittime, tutte di anni compresi tra i 15 e i 34, e i 35 e i 49, sono state mietute sia tra i dipendenti a tempo indeterminato (diminuiti di 190mila unità) che tra gli autonomi (categoria in cui si è registrato un calo di 143mila unità) che tra i precari (-200mila). I settori più colpiti sono stati l’industria, che ha perso 89mila occupati, l’edilizia (con un preoccupante -163mila unità), ed il terziario, che è rimasto privo di 191mila posti.

Simona Di Michele 

Fonti Il Sole 24 Ore

About Author

Simona Di Michele

Simona Di Michele

Articolista esperta di web marketing, Simona ha collaborato per anni per testate cartacee e riviste online, ricoprendo anche ruoli di ufficio stampa per politici, artisti, associazioni culturali. La sua mission: continuare a scrivere per fare informazione sul web.

Related Articles

Iscriviti alla Newsletter:

Inserisci la tua email: