Fermo amministrativo illegittimo, come fare ricorso | Informazioni TuttoVisure.it Fermo amministrativo illegittimo, come fare ricorso - Informazioni TuttoVisure.it

Informazioni TuttoVisure.it

Notizie

 Breaking News

Fermo amministrativo illegittimo, come fare ricorso

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (2 Voti, media voti: 5,00 su 5)
Loading...

Fermo amministrativo illegittimo, come fare ricorso
novembre 02
16:34 2015

Cosa si può fare se il fermo amministrativo del proprio veicolo è illegittimo? TuttoVisure.it vi spiega come evitare il blocco della vostra auto.

Auto aziendale, niente fermo amministrativo

Se il veicolo su cui Equitalia vuole iscrivere il fermo amministrativo è utilizzato per scopi professionale, e lo si può dimostrare, il debitore può opporsi all’iscrizione del blocco appena l’ente di riscossione ha inviato il preavviso di fermo. A tale scopo, l’auto deve essere necessaria e strumentale all’attività aziendale o alla professione.

Come fare ricorso per fermo amministrativo illegittimo

La domanda di ricorso contro questo tipo di fermo amministrativo illegittimo va effettuata direttamente presso lo sportello Equitalia, entro 30 giorni dalla notifica di preavviso. Oltre all’apposita modulistica, bisognerà esibire i libri contabili ed indicare le effettive esigenze operative per le quali viene utilizzata l’auto.

Fermo amministrativo illegittimo come fare ricorso

Fermo amministrativo illegittimo, ricorso giudiziario

Se la domanda di ricorso viene rigettata dall’ente di riscossione, il fermo amministrativo può essere impugnato di fronte al giudice. Nello specifico, ci si dovrà rivolgere al giudice di pace per fermi amministrativi conseguenti a contravvenzioni stradali, alla commissione tributaria provinciale per il mancato pagamento di tasse ed imposte, ed alla sezione lavoro e previdenza del tribunale ordinario per i contributi previdenziali.

Altre cause di illegittimità del fermo amministrativo

Il blocco della circolazione del proprio mezzo è considerabile illegittima anche in presenza di altre condizioni, come ad esempio la mancata notifica della cartella di pagamento o dell’avviso di accertamento, il fatto che il saldo del debito sia già avvenuto, l’annullamento della cartella esattoriale, la mancata indicazione della causa del debito nel preavviso di fermo, o del responsabile del procedimento.

Fonti Ansa, La legge per tutti

About Author

Simona Di Michele

Simona Di Michele

Articolista esperta di web marketing, Simona ha collaborato per anni per testate cartacee e riviste online, ricoprendo anche ruoli di ufficio stampa per politici, artisti, associazioni culturali. La sua mission: continuare a scrivere per fare informazione sul web.

Related Articles

Iscriviti alla Newsletter:

Inserisci la tua email: