Codici tributo ecobonus 2019, quali inserire nell’F24 | Informazioni TuttoVisure.it Codici tributo ecobonus 2019, quali inserire nell’F24 - Informazioni TuttoVisure.it

Informazioni TuttoVisure.it

Notizie

 Breaking News

Codici tributo ecobonus 2019, quali inserire nell’F24

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (2 Voti, media voti: 5,00 su 5)
Loading...

Codici tributo ecobonus 2019, quali inserire nell’F24
ottobre 07
11:39 2019

Codici tributo ecobonus 2019 confermati dall’Agenzia delle Entrate, ecco quali sono. Per l'acquisto di auto ibride ed elettriche saranno due.

Codici tributo ecobonus 2019, la nota delle Entrate

I codici tributo per beneficiare dell’ecobonus 2019 sull’acquisto di auto ibride ed elettriche saranno due. Lo ha confermato l’Agenzia delle Entrate con la risoluzione 82.
Sarà possibile far valere l’incentivo garantito dalla legge di bilancio 2019 sull’acquisto di veicoli a basso impatto ambientale attraverso la compilazione del modello F24 in via telematica. Il beneficio sarà percepito sia da chi compra, sotto forma di sconto sul prezzo di acquisto, che dalle case automobilistiche, in termini di credito d’imposta da utilizzare in compensazione con la dichiarazione dei redditi.

Codici tributo ecobonus 2019, quali sono

I codici tributo previsti dalle Entrate per beneficiare dell’ecobonus 2019 sono due.
Il primo è il codice 6903 (ecobonus veicoli categoria M1), da inserire nel modello F24 da chi acquista ed immatricola in Italia dall’1 marzo 2019 al 31 dicembre 2021 un veicolo di categoria M1 nuovo di fabbrica.
Il secondo codice tributo per l’ecobonus 2019 è il 6904 (ecobonus veicoli categorie L1e/L7e), da indicare nel modello F24 per gli incentivi concessi a chi acquista e immatricola in Italia nell’anno 2019 un veicolo elettrico o ibrido nuovo di fabbrica delle categorie L1e, L2e, L3e, L4e, L5e, L6e e L7e.
I codici tributo vanno riportati nella colonna “importi a credito compensati” del modello F24 sezione Erario. Nel campo “anno di riferimento” va indicato l’anno di riconoscimento del credito d’imposta.
I crediti d’imposta sono utilizzabili in compensazione dopo l’avvenuto rimborso del contributo al venditore, a decorrere dal decimo giorno del mese successivo a quello in cui è stata confermata l’operazione di acquisto del veicolo.

About Author

Redazione

Redazione

Related Articles

Iscriviti alla Newsletter:

Inserisci la tua email: