Ecobonus auto 2019, chi può beneficiare delle agevolazioni fiscali | Informazioni TuttoVisure.it Ecobonus auto 2019, chi può beneficiare delle agevolazioni fiscali - Informazioni TuttoVisure.it

Informazioni TuttoVisure.it

Notizie

 Breaking News

Ecobonus auto 2019, chi può beneficiare delle agevolazioni fiscali

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (1 Voti, media voti: 5,00 su 5)
Loading...

Ecobonus auto 2019, chi può beneficiare delle agevolazioni fiscali
febbraio 26
11:36 2019

Ecobonus auto 2019 confermato anche per quest'anno dalla legge di bilancio. Il governo prevede sconti per chi acquista auto ecologiche: ecco come funziona.

Ecobonus auto 2019, la conferma del MEF

Oltre alle agevolazioni fiscali previste per le spese di ristrutturazione condominiali, torna anche quest’anno l’ecobonus auto 2019.
Come si evince dal sito del ministero dell’economia e delle finanze, infatti, Per favorire la riconversione in chiave ecosostenibile del parco auto viene attribuito in via sperimentale, dal 2019 al 2021, un contributo economico, riconosciuto in misura differenziata per importi che vanno da 1.500 euro ai 6.000 euro, ai soggetti che acquistano e immatricolano in Italia un veicolo non inquinante. Sono incentivati solo gli acquisti di veicoli che hanno un costo massimo di 50.000 euro, IVA esclusa. Il contributo è corrisposto dal venditore all’acquirente mediante sconto sul prezzo di acquisto e recuperato dallo stesso venditore sotto forma di credito d’imposta. La misura è finanziata dalla contestuale istituzione per gli anni 2019-2021 di una nuova imposta che grava solo sugli acquisti di veicoli di lusso e SUV con emissioni di CO2 che eccedono la soglia di 160 g/km”.

Ecobonus auto 2019, cos’è

Dunque, per l’ecobonus auto 2019 confermato anche per quest’anno dalla legge di bilancio 2019, il governo mette a disposizione risorse economiche utili per usufruire di agevolazioni fiscali se si acquista e si immatricola in Italia un’auto nuova più ecologica dall’1 marzo 2019 al 31 dicembre 2021.
L’ecobonus auto 2019 ha lo scopo di incentivare la diffusione di un sempre maggior numero di auto a bassa emissione di CO2, ecologiche, elettriche o ibride, per rinnovare il parco auto italiano ed eliminare via via le vecchie auto, più inquinanti.
Il decreto prevede anche una ecotassa sulle auto a maggior impatto ambientale come misura supplementare per indirizzare i cittadini ad abbandonare tale tipologia a favore di veicoli meno inquinanti. Si parla di una maggiorazione sull’importo di acquisto che va da un minimo di 1.100 euro ad un massimo di 2.500 euro per auto di lusso, Suv e veicoli che emettono CO2 al di sopra dei 160 g/km.
Ma quali sono le regole attuative perl’ecobonus auto 2019?

Ecobonus auto 2019, come funziona

Entrando nel merito delle norme che regolano l’ecobonus auto 2019, sono previsti incentivi (ovvero sconti sul prezzo di acquisto dell’auto) per coloro che acquistano una nuova auto ibrida, elettrica, ecologica per una spesa massima di 50mila euro più Iva. Tali sconti verranno erogati a partire dall’1 marzo 2019 e fino ad esaurimento delle risorse economiche, messe a disposizione dal governo sotto forma di 60 milioni di euro fino al 31 dicembre 2019, 70 milioni di euro fino a tutto il 2020 e 10 milioni di euro per le due ruote (solo nel 2019). Si potrà beneficiare dell’ecobonus auto 2019 se si immatricolerà il veicolo entro cinque mesi dall’acquisto.

Ecobonus auto 2019, quali auto sono incluse

L’agevolazione fiscale rappresentata dall’ecobonus auto 2019 è destinata sia a chi decide di rottamare la vecchia auto sia a chi non lo fa. I veicoli coinvolti negli incentivi auto 2019, tuttavia, si distinguono a seconda del valore delle emissioni che emettono. Si potrà beneficiare di un ecobonus tra i 6mila ed i 4mila euro (in base alla scelta o meno di rottamare la vecchia auto) per i veicoli che emettono da 0 a 20 g/km di CO2. Il bonus auto 2019 oscillerà invece tra i 2.500 euro ed i 1.500 euro (sempre a seconda della rottamazione o meno del vecchio veicolo) se le auto emettono da 21 a 70 g/km di CO2.
L’incentivo massimo è dedicato a chi rottama un’auto usata appartenente alle categorie Euro 0, 1, 2, 3 e 4, intestata alla stessa persona che compra la nuova. Per verificare a chi appartiene l’auto o i suoi dettagli tecnici (compresa l’emissione di CO2 ove il dato sia disponibile), oltre ad eventuali fermi amministrativi che gravino sulla vettura, è sempre utile effettuare una visura su targa o un certificato cronologico su targa.
Tra le auto a bassa emissione di CO2 che rientrerebbero nell’ecobonus 2019 si possono considerare la Citroen C-Zero, la Smart ForTwo e la Smart ForFour con il badge EQ, la Renault Zoe, la e-Golf, la BMW i3 e la BMW i3s, la Hyundai Ioniq Electric, la Kia e-Niro o la Kia Optima o la Kia soul Ev, e l’ibrida plug-in di Mitsubishi.

Ecobonus auto 2019, riassunto dei requisiti

Riepilogando, gli incentivi previsti con l’ecobonus auto 2019 dall’1 marzo 2019 al 31 dicembre 2021 spetteranno fino ad esaurimento risorse a chi, entro questo periodo, compra in Italia auto nuove a bassa emissione di CO2 (ovvero non superiore a 70g/km) e le immatricola in Italia entro i cinque mesi dall’acquisto, sostenendo una spesa massima di 50mila euro Iva esclusa. L’importo dello sconto sarà determinato dalle emissioni del veicolo e dalla scelta o meno di rottamare la vecchia auto.

About Author

Redazione

Redazione

Related Articles

Iscriviti alla Newsletter:

Inserisci la tua email: